1 Risultato

Vincenzo Cabianca - "Documenti su vent'anni di utopia urbanistica a Siracusa"

17,00
Prezzo comprensivo di IVA, spedizione gratuita


   

La raccolta, di 328 pagine in 8°, comprende, preceduti da una introduzione dellʼA., quaranta articoli e interventi di Vincenzo Cabianca su Siracusa e, in appendice, il testo delle due relazioni illustrative al progetto di piano regolatore (del 1961, con A. Lacava e V. S. Roscioli e del 1969, con M. Liistro e C. Santuccio) e di due relazioni sul museo archeologico, oltre ad alcuni altri documenti relativi al piano.

 

 Dalla presentazione editoriale:

   

         Abbiamo creduto che, nell'approssimarsi del novantesimo compleanno del professor Cabianca, il modo migliore per festeggiare la ricorrenza sia di venire incontro al vivo desiderio di diversi suoi amici siracusani a che siano raccolti e ristampati i suoi scritti relativi ai due piani regolatori di Siracusa da lui curati e, più in generale, a quella città. E ciò - così ci tenevano a dire - sia come attestazione della loro riconoscenza, che come atto di riparazione, se pur tardiva e insufficiente, da parte di una comunità che tanto gli deve.

         Riconoscenza per le sue “vittorie”: prima fra tutte lʼaver salvato, col suo primo piano, il centro storico di Ortigia dallo sventramento (negli anni ʽ50 e oltre auspicato da gran parte dellʼopinione pubblica). Ma anche per altre meno note, come lʼaver contribuito a scongiurare, assieme a Luigi Bernabò Brea e pochi altri, lʼinsediamento industriale ai Pantanelli, anchʼesso fortemente voluto da molti, e che oggi avrebbe fatto di Siracusa unʼaltra Taranto.

         Riparazione per lʼaffossamento del suo primo piano ed il parziale stravolgimento del secondo, con tutti i guasti che ne sono seguiti: dalla mancata difesa della fruizione pubblica delle coste alla perdita della green belt dal Teatro Greco al mare, allʼurbanizzazione, tuttora in atto, in direzione di Tremilia e delle Epipoli.

         "Molti - scriveva Cabianca nel 1955 - hanno giudicato il piano troppo ossequiente alla storia e troppo poco a certi modelli che rappresentano il testo unico della fantasia di certi uffici tecnici. Ma ci confortano i quasi tre millenni di storia che insistono sul luogo e la cui conoscenza altro sentimento non puà dettare se non un immenso rispetto, se non una immensa prudenza, 'come di contadino che abbia a metter piede nella dimora di un grande signore'".

         Confidiamo così che, ripercorrendo attraverso questi scritti alcuni decenni di battaglie vinte e di occasioni perdute, si avvantaggi, oltre che la ricostruzione storica, il dibattito, tuttora aperto, sul futuro urbanistico di Siracusa.

Roma, 11 settembre 2013                                                                                                        Edizioni "La Casa del Nespolo"

                                                                                                               

 

Cerca anche queste categorie: Per la storia della tutela in Sicilia, La Casa del Nespolo
1 Risultato